Caso Baskettopoli, un arbitro ci confessa: "E' vero tutto"

Scritto da: -

basket%20scandalo.jpg

Lo abbiamo chiamato Baskettopoli, spiegando già nel dettaglio (clicca qui) di cosa si trattasse: in soldoni, pressioni sugli arbitri di serie B e serie C affinchè aggiustassero a dovere certi incontri per favorire alcune squadre ed ottenere di consguenza una promozione a fischietto "di serie A" al fine di sdebitarsi del favore. Una questione semplicemente indegna per il mondo della pallacanestro, sulla quale sta calando un velo di omertà da parte di tutto il sistema. Mentre la magistratura fa il suo corso, intanto, un nostro lettore ci ha scritto per confermare di essere stato a sua volta vittima del caso.
Pubblico quindi di seguito la sua testimonianza, sperando che serve anche a squarciare il velo di ipocrisia che sta avvolgendo l'indagine…

"Purtroppo da ex arbitro confermo l'andazzo, e ne sono stato vittima pure io - ci spiega un ragazzo di nome Gabriele - il difficile è avere delle prove in mano, spero che i magistrati abbiano davvero degli assi in mano, perchè il tutto si basa su comportamenti taciti e sottintesi, raramente ci sono richieste esplicite….".

"Che il Cia fosse una cricca che curasse i propri interessi fra gli arbitri era cosa nota - conclude - ma nonostante le tante lettere alla federazione con accuse a tale comitato non è mai stato fatto niente, meglio tardi che mai!!!"

Meglio tardi che mai, davvero… 

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
 
 

© 2004-2014 Blogo.it, alcuni diritti riservati sotto licenza Creative Commons.
Per informazioni pubblicitarie e progetti speciali su Blogo.it contattare la concessionaria esclusiva Populis Engage.

Basketcase.blogosfere.it fa parte del canale Blogo Sport di Blogo.it Srl socio unico - P. IVA 04699900967 - Sede legale: Via Pordenone 8 20132 Milano